Chiesa di San Francesco ad Orvieto

Per molto tempo questa grande chiesa ha ricoperto il ruolo di “duomo” della città, divenendo teatro anche di importanti vicende storiche (vedi la canonizzazione del re di Francia Luigi IX da parte di papa Bonifacio VIII). La chiesa ha anche la particolarità di essere stata costruita intorno al 1240 sul punto più elevato della rupe e per lungo tempo fu frequentata dai frati francescani i quali, come i domenicani, furono una presenza costante nella città.

E’ la seconda chiesa, dopo la basilica di Assisi, ad essere stata dedicata a San Francesco.

Per molti anni essa fu frequentata dai frati francescani e domenicani che risiedevano numerosi ad Orvieto. Adiacente alla chiesa, l’antico convento, (oggi sede della Biblioteca comunale L.Fumi), che si ritiene fondato da San Francesco in persona nel lontano 1220. Nel chiostro del convento spicca invece un vecchio pozzo che si vuole sia stato fatto costruire da San Bonaventura di Bagnoregio.
Dalla chiesa, percorrendo semplicemente la splendida Via Maitani, si raggiunge Piazza del Duomo, immettendosi sulla piazza direttamente di fronte alla facciata, creando così un “effetto sorpresa” suggestivo e molto utilizzato nei secoli scorsi dal punto di vista urbanistico.